Sicurezza


Per noi la sicurezza delle persone è FONDAMENTALE.

Per questo, garantiamo il servizio di salvataggio a mare, grazie al nostro personale qualificato e ai necessari mezzi di soccorso.

Facciamo inoltre parte della PROTEZIONE CIVILE L.I.V.E. (Libera Istituzione Volontariato Europeo) e lavoriamo a stretto contatto con il Pronto Intervento e con tutti i volontari al fine di pattugliare il nostro tratto di costa.

"Il mare non è mai stato amico dell'uomo", diceva Joseph Conrad. E aveva ragione: in acqua le cose che possono mettere a rischio la nostra incolumità sono tante.

A volte un leggero malore o un attimo di distrazione, che sulla terraferma non causano particolari problemi, possono complicare le cose.

Molti problemi possono però essere evitati rispettando alcune norme di "Mare Sicuro", la campagna di informazioni e consigli promossa dalle Capitanerie di Porto per bagnanti e diportisti:

"MARE SICURO" - Il decalogo del Bagnante
  1. Non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche;
  2. Anche se sei un buon nuotatore non forzare il tuo fisico;
  3. Dopo una lunga esposizione al sole entra in acqua gradualmente;
  4. Lascia trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di fare il bagno;
  5. Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa;
  6. Se non sai nuotare bagnati in acque molto basse;
  7. Non allontanarti oltre i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione;
  8. Non allontanarti dalla spiaggia oltre i 50 m. usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili;
  9. Evita di tuffarti dagli scogli;
  10. Osserva quanto previsto nelle ordinanze per la disciplina delle attività balneari, in particolare:
    1. non recare disturbo alla quiete dei bagnanti (schiamazzi, giochi, radio a volume elevato);
    2. non portare animali sulla spiaggia, ad eccezione delle zone ove espressamente previsto;
    3. non montare tende, accendere fuochi, campeggiare sulla spiaggia.